Fisioterapia

L’ARMONIA DEL CORPO

POSTURA FISIOTERAPIA RIABILITAZIONE RIEDUCAZIONE

 

RIEDUCAZIONE MOTORIA E FUNZIONALE

RIABILITAZIONE POSTURALE CON METODO MEZIERES

VALUTAZIONE POSTURALE

 

RIEDUCAZIONE MOTORIA E FUNZIONALE:

La rieducazione motoria è un insieme di tecniche riabilitative aventi lo scopo di ridurre il dolore, di normalizzare le strutture neuro-muscolo-scheletriche, di recuperare l’efficacia della circolazione sanguigna e linfatica e di integrare i risultati ottenuti nella funzionalità quotidiana.

Partendo da un’attenta analisi degli elementi che caratterizzano l’individuo, gli eventi che hanno portato il problema pre o post chirurgico e non, la rieducazione funzionale ha lo scopo di eliminare il disturbo fisico e gli effetti di questo sulle attività funzionali, lavorative e sociali del soggetto.

 

RIABILITAZIONE POSTURALE CON METODO MEZIERES:

Il Metodo Mézières fu inventato nel 1947 in Francia dalla fisioterapista Françoise Mézières.

La postura di ogni individuo è frutto del vissuto della persona stessa, determinato da stress, traumi, posture professionali scorrette, respirazione scorretta ecc…In base a ciò la postura dell’uomo è in costante e progressiva modificazione. I fattori precedentemente elencati incidono a livello muscolare, determinando un aumento dello stato di contrazione che con il passare del tempo crea stati di accorciamento muscolare.

La riabilitazione posturale è composta da una serie di esercizi che ristabiliscono l’equilibrio muscolare globale liberandolo dalle tensioni, migliorando così la forma del corpo in modo da renderla armonica e facendo raggiungere al paziente uno stato di serenità e di armonia fisica e psichica.

Il metodo Mézières permette quindi di trovare – nello squilibrio generale di tutta la nostra muscolatura – il muscolo o i muscoli contratti o accorciati, i quali saranno poi trattati nella loro manifestazione patologica al fine di allentarne le tensioni e di ripristinarne la lunghezza originale, affinché il corpo possa ritrovare la sua forma armoniosa.

La forma armoniosa determina la funzione armoniosa.

 

VALUTAZIONE POSTURALE:

L’approccio globale, osservato dal terapista, prevede un’anamnesi classica ed un esame visivo tridimensionale statico e dinamico del soggetto.

L’analisi della vita del paziente investe un ruolo importante nella valutazione all’inizio della terapia: i suoi sintomi, infatti, esprimono spesso la memoria di traumi fisici e/o psicologici, anche a distanza di tempo.

La valutazione prosegue poi con l’Esame-Osteopatico-Posturale, tramite il quale l’operatore valuta i diversi “recettori” disfunzionali e le loro conseguenze posturali.

In un secondo momento vengono valutate le perdite di mobilità articolare, respiratoria, miofasciale, viscerale e cranio-sacrale.
Aiutato dai test neuro-posturali, l’operatore è in grado di risalire all’origine dei problemi, al fine di trattarli con metodi di natura manuale e posturale, e, se necessario, può orientare il paziente verso una figura specialistica competente.